Seguire una regola è una prassi

Francesco Cundari, che scopro oggi ha iniziato a scrivere per il Messaggero, è una delle migliori teste/penne che conosco. In questo pezzo cerca di spiegare perché anche se le immagini di Osama Bin Laden morto saltassero fuori sarebbe impossibile che esse di per sé producano fiducia e accordo sulla loro autenticità, ovvero sulla loro aderenza alla realtà (il gran problema di come i segni aggancino le cose).
Noi, a suo tempo, spiegavamo la questione nell’articolo di cui qui.
La cosa incredibile, per chi conosce Francesco, è che lo faccia attraverso Wittgenstein e la questione del seguire una regola. Bravo.

Annunci

2 pensieri su “Seguire una regola è una prassi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...