Dice il vecchio Habermas

Quando si tratta di gas, elettricità o acqua lo Stato ha l’obbligo di assicurare l’energia alla popolazione. Non dovrebbe essere parimenti obbligato quando si tratta di quel tipo di “energia”, senza il cui afflusso sorgono perturbazioni che danneggiano lo stesso Stato democratico? […] Per prima cosa dobbiamo abituarci all’idea della sovvenzione di quotidiani e periodici. Dal punto di vista storico, l’idea di imbrigliare il mercato dei prodotti a stampa ha qualcosa di incongruo. Il mercato costituiva un tempo il palcoscenico sul quale pensieri sovversivi potevano emanciparsi dalla repressione statuale. Ma il mercato può adempiere questa funzione solo finché le leggi dell’economia non penetrano nei pori degli stessi contenuti culturali e politici diffusi attraverso il mercato. Oggi come ieri, questo è il nucleo autentico della critica che Adorno muove all’industria culturale.

Juergen Habermas, Il ruolo dell’intellettuale e la causa dell’Europa, Laterza 2011, pag. 62

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...